fbpx

Bodybuilding e motivazione: combattenti anche nella vita

Questo articolo sarà un po’ diverso dal solito; vorrei condividere con te, due esperienze di vita che possono aiutare a capire, quanto sia importante lottare sempre…e quanto anche il Body Building possa dare quel grande e prezioso impulso per trovare grinta, forza e determinazione nella vita. Due storie di Bodybuilding e motivazione.

Chi è stato appassionato di Bodybuilding negli anni tra il 1991 e il 2003 sicuramente non può non ricordarsi di Kevin Levrone! Ex bodybuilder professionista statunitense di padre italiano e madre afroamericana. Ha vinto due volte l’Arnold Classic ed è arrivato secondo a Mr. Olympia.

Kevin-Levrone-lotta-cancro

Ultimamente mi è capitato sotto mano un vecchio articolo in cui egli raccontava la sua drammatica storia di vita e parlava del suo impegno contro il cancro e oggi ho deciso di condividerlo con te poiché lo trovo di grande forza emotiva.

La determinazione in questa disciplina rende combattenti anche nella vita!

Kevin ha sempre trovato il modo di inserire diversi impegni umanitari tra i suoi vari programmi.

La sua vita è stata segnata profondamente dal cancro, poiché questo orrendo male si è portato via sia il padre e sia la madre e ovviamente lui porta ancora oggi gli strascichi della loro morte…una cosa che difficilmente si riesce a superare del tutto.

Tuttavia il dolore per lui non è stato sinonimo di rassegnazione e di impotenza. Questo significa non cedere all’energia negativa, infatti lui ha sempre dichiarato di voler essere un guerriero in palestra come fuori e di lottare nelle avversità. In seguito alla perdita dei genitori ha deciso di fare tutto ciò che fosse in suo potere, per aiutare altre persone malate di cancro e quindi raccogliere fondi destinati alla ricerca, sperando un giorno di veder sconfiggere questa tragedia una volta per tutte.

Ha iniziato così a far visita ai bambini ricoverati nella Children’s House dell’ospedale della John Hopkins University. Quando si trovava con loro li faceva giocare, firmava autografi, parlava con loro di sport, tutte cose per cercare di farli evadere un pochino con la mente dalla lotta quotidiana che si trovavano ad affrontare.

Ha anche organizzato una gara amatoriale di Body Building (Kevin Levrone Classic) nella sua città natale, Baltimora, per raccogliere fondi destinati alla Grant-A-Wish Foundation (Fondazione realizza un desiderio) dell’ospedale John Hopkins. Lo scopo principale ovviamente non era quello di organizzare un’altra gara di Body Building, ma di aiutare gli altri!

Nell’estate 2001 poi, mentre si preparava per combattere contro Ronnie Coleman sul palco di Mr. Olympia, ha suonato col suo gruppo (FulBlown) in una festa di beneficienza per raccogliere altri fondi per un nuovo centro tumori in day hospital, da realizzare all’ospedale North Arundel.

Ha sempre dichiarato di voler vivere la sua vita così, di non volersi ritrovare in punto di morte a chiedersi cosa avrebbe potuto per aiutare gli altri quando ne avrebbe avuto l’occasione. Tanto da arrivare a fare una dichiarazione simile: “Se dovessi morire d’infarto per aver battuto Ronnie Coleman all’Olympia 2001, potrò andarmene in pace sapendo di aver fatto tutto quanto era in mio potere per migliorare questo pazzo mondo.

Trovo che storie come queste ci facciano capire che a volte nella vita sia tanto importante essere dei lottatori, perché si può venire messi a dura prova dalle avversità e non è la prima volta che il Body Building può dare man forte nel forgiare il proprio carattere e la propria determinazione.

E come non ricordare il caso di Steevie Zee, a cui è stata diagnosticata una paralisi celebrale. In questo video si può vedere la sua estrema voglia di lottare, prima di tutto contro una condizione fisica che non ha mai accettato, tutto grazie alla sua grande passione per il Body Building…e dopo anni ci è riuscito a salire su quel palco! Prendi poco più di 5 minuti del tuo tempo per guardarlo, perché ne vale la pena.

Se poi penso che ci sono persone che hanno la fortuna di avere un corpo in salute e senza problemi, ma lo riducono a una spazzatura, davvero mi viene una rabbia addosso…

Preferisco allora concentrarmi su bodybuilding e motivazione per chi davvero se lo merita.

Se hai un obiettivo, combatti per raggiungerlo, io sono sempre più convinto che quando si desidera qualcosa davvero, prima o poi la si ottiene.

Lascia pure il tuo commento qua sotto e si ti è piaciuto l’articolo, condividilo su Facebook.

Marco Ferrari - Author

Personal Trainer certificato ISSA, motivatore e grande appassionato di sport e cultura fisica. Specializzato in allenamento e corretta alimentazione sportiva. Muscoli e nutrimento impeccabile, sono il segreto per salute, prestanza e longevità. Ma ognuno necessita del suo programma...

15 Comments

  1. Giuseppe | 7 Febbraio 2013 at 12:44
     

    Articolo bellissimo! Condivido pienamente! Il vero BodyBuilder non è quello “tutto pompato imbottito di roba” come molti pensano, ma è quello che ha la voglia, la grinta e la forza di volontà per andare avanti, non solo nel BodyBuilding ma nella vita.

    Reply
    • Marco Ferrari | 7 Febbraio 2013 at 12:48
       

      Grazie dell’apprezzamento Giuseppe! Sì purtroppo ci si ferma sempre all’apparenza…attenzione, non significa che bisogna giustificare il doping , anzi tutt’altro…ma bisogna ricordarsi che prima di tutto loro sono uomini e nella maggior parte dei casi, uomini con due palle così!
      Saluti
      Marco

      Reply
  2. Riccardo | 16 Febbraio 2013 at 10:25
     

    Davvero commmovente il video…basta la forza di volantà ad un certo punto e non scoraggiarsimai nella vita, cmq complimenti anche per l’articolo! ciao!

    Reply
    • Marco Ferrari | 16 Febbraio 2013 at 10:56
       

      Ciao Riccardo,
      ti ringrazio molto per il tuo apprezzamento. Sì hai ragione, il video è molto commovente, ammetto tranquillamente che mi sono venuti gli occhi lucidi la prima volta che l’ho visto…la forza di volontà ha davvero un potere incredibile

      Reply
  3. luciano castronovo | 18 Gennaio 2014 at 18:50
     

    La mente è indivisibile dal nostro corpo , tanti anni fa quando ho concepito che il nostro sport non è solo fatto di pesi e riviste , ho cominciato ad acquistare libri , uno dei libri bibbia del nostro sport è Mind e Body di Mike Mentzer Heavy duty 2 del 1996 .
    Questo libro composto da 163 pagine parla di fiolosofia per almeno le prime 90 pagine , spiega bene il potere della mente sul nostro sport .
    La motivazione la determinazione l’autodisciplina , chi fa bene il nostro sport è sportivo dentro 24 ore su 24 , alimentazione allenamento vita sonno , tutti fattori che solo con un potere mentale adeguato si possono svolgere con profitto .
    Buon allenamento , Luciano Castronovo .

    Reply
    • Marco Ferrari | 19 Gennaio 2014 at 13:12
       

      Ciao Luciano, grazie come sempre per i tuoi interventi! Più che semplicemente sport io lo chiamerei disciplina o stile di vita.
      Grande libro quello di Mike…
      Marco

      Reply
  4. luciano castronovo | 19 Gennaio 2014 at 16:35
     

    Ci sono sport che si chiamano solo così per spot .
    La nostra , la cultura fisica si può identificare anche come disciplina perché è piena di regole da seguire come le arti marziali ma con accento in più in tutto e sempre .
    Chi a cura di se stesso facendo questo sport richiede al proprio corpo risorse incredibili e se dal nostro corpo vogliamo il massimo dobbiamo dargli il massimo in nutrizione allenamento recupero riposo concentrazione e motivazione .
    Chi a cura di se stesso ama il prossimo .
    Questo è l’esempio che dico a mia moglie quando ogni tanto gli sembra che il nostro sport è fondato solo sull’estetica , gli faccio spesso un’ esempio :
    se io fumassi due pacchi di sigarette e berrei tre birrette a sera ti sentiresti più tranquilla , facendo male alla mia salute sarei un bravo marito e un bravo padre ?
    Tutelare e migliorare la propria salute con lo sport significa amare se stessi e chi ti circonda .
    Perché l’automobilismo , il motociclismo vengono chiamati sport ?
    Il nostro come altre discipline piene di sacrificio e impegno sono veri sport.
    Buon allenamento , Luciano Castronovo .

    Reply
  5. simone | 3 Novembre 2014 at 16:53
     

    è proprio vero finchè non perdi tutto non si è in grado di capire quanto siamo fortunati ad avere quello che abbiamo; ed è davvero un problema…….

    Reply
    • Marco Ferrari | 3 Novembre 2014 at 19:46
       

      Esatto Simone, proprio così…e inoltre queste cose ci aiutano a capire che molto spesso quelli che noi consideriamo grandi problemi, in realtà sono stupidaggini…

      Reply
  6. marco | 17 Aprile 2015 at 17:22
     

    Emozionante sia l’articolo che il filmato

    Reply
  7. Filippo Cuscito | 16 Novembre 2018 at 13:10
     

    Oltre…. Tutto. Emozionante

    Reply
  8. Amaori | 27 Luglio 2019 at 09:34
     

    La vera forza sta realmente prima di tutto dentro se stessi…e si manifesta all’esterno utilizzando il proprio corpo per riuscire con forza, dedizione e disciplina a sollevare i “pesi” anche simbolici che la vita ci riserva…per avere l’opportunità di evolvere veramente. Vorrei tanto che anche le donne si facessero “forti” prima di tutto dentro se stesse…e un giorno comprendessero che farcela fisicamente a “sollevare pesi” è metafora di vita e di vera forza d’animo per affrontare ogni esperienza di vita. Da una donna per tutte le donne. Credete in voi stesse e ce la farete. Amaori

    Reply
    • Marco Ferrari | 28 Luglio 2019 at 00:26
       

      Ti ringrazio per il tuo intervento e per le belle parole che condivido. Buon Allenamento!💪

      Reply

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto !!
Send this to a friend