fbpx

Comportamento in palestra – Atteggiamenti da evitare

Mantenere un certo comportamento in palestra è segno di civiltà e rispetto per il prossimo e dovrebbe essere qualcosa di automatico per chiunque… ma purtroppo non è così.  In questo articolo, un po’ diverso dal solito, vorrei porre l’attenzione su alcuni atteggiamenti e abitudini da evitare, per il quieto vivere e il rispetto degli altri utenti.

Chiedo scusa per il linguaggio un po’ “rustico” che probabilmente utilizzerò nel corso delle prossime righe, ma certi punti fanno veramente perdere la pazienza e il politically correct.

1. Metti a posto i pesi!

Quando è stata l’ultima volta che tua madre ha lavorato in palestra per sistemare il locale dopo di te? Mai? Beh, allora non dovresti dare per scontato che il personale della palestra (o peggio ancora gli altri utenti) debbano assumersi questo compito. Se sei abbastanza forte per mettere i dischi sotto il rack o sulla panca o altrove, allora sei abbastanza forte anche per rimetterli a posto!

Quando si lasciano i pesi sugli attrezzi o nei pressi di essi, la gente può pensare che qualcuno li stia usando e potrebbe arrivare addirittura a modificare la propria seduta, rovinando l’impostazione del workout e del programma, perdere il focus ecc. Per cui assicurati di rimettere i pesi al loro posto quando hai finito i tuoi set.

Supponiamo che la persona che va a fare squat nel Power Rack (vale per qualsiasi altro attrezzo) sia la metà di te… L’ultima cosa che vorrebbe fare è dover scaricare tutto il peso che hai lasciato. Questo però accade con troppa frequenza! Cerca quindi di essere cortese, educato e ricordati sempre di scaricare e sistemare tutto.

Il risultato sarà quello di avere una palestra molto più pulita e ordinata, in cui allenarsi come si deve e le altre persone non solo lo apprezzeranno, ma saranno più propense a fare la stessa cosa.

E cerca possibilmente di utilizzare gli attrezzi per il loro scopo effettivo. Cosa significa? Secondo te che senso può avere mettersi a fare un Curl per bicipiti sotto il Rack? Solo a rompere le scatole a chi deve squattare!

2. Ordine e pulizia

Evita di seminare e dimenticare i tuoi oggetti personali, in giro per la sala pesi e in particolar modo di utilizzare ad esempio le panche, che dovrebbero essere “libere”, come soprammobile per telefoni, borse, asciugamani, cronometri, bottiglie, borracce, cartaccia zozza ecc. Ci sono anche gli altri utenti che si devono allenare.

3. Usa un asciugamano e ripulisci gli attrezzi!

In questo caso si tratta semplicemente di educazione e buon senso. Quale sano di mente vorrebbe mai sedersi sul sudore di uno sconosciuto… o doverlo ripulire? Si tratta di una cosa alquanto disgustosa che nessuno dovrebbe mai fare, eppure accade quasi regolarmene.

sudore-palestra

Immagina se arrivasse a casa tua qualcuno, magari dopo una bella corsa e si sedesse sul tuo divano tutto sudato marcio, senza nemmeno poi degnarsi di pulirlo o di chiederti scusa, come ti sentiresti? Sono sicuro che saresti tutt’altro che felice, come ogni altra persona con un po’ di buon senso. Quindi fatti/facci un favore: utilizza un cacchio di asciugamano! E se hai sporcato un attrezzo, prendi il tempo necessario e preoccupati di ripulirlo.

Sicuramente gli altri te ne saranno grati e tu non sarai visto come lo zozzone unto e sudato della palestra, che non pulisce nemmeno gli attrezzi.

E se usi della magnesite (sempre che non ti facciano una testa così i gestori) su qualche attrezzo, sarebbe buona norma ripulirlo quando hai terminato le tue serie.

4. Fare pace con l’acqua… e con i deodoranti

Questo punto ha molto in comune con quello precedente…

C’è gente che ha dei seri problemi a rapportarsi con l’acqua e con l’igiene personale. Lo dico senza troppi giri di parole: puzzare di carogna, già alle nove del mattino, NON È NORMALE! Ma significa solo una cosa: fare schifo.

Bisognerebbe avere la decenza di lavarsi prima di andare in palestra… e magari anche dopo (ma quelli se non altro, saranno poi problemi del soggetto in questione e di chi gli starà vicino). Vorrei ricordare che anche se su alcuni deodoranti c’è scritto 48h, ciò non significa che per due giorni non ci si debba lavare!

Mai confondere…
l’infatuazione con l’amore
la confidenza con l’amicizia
il deodorante con la doccia

E ricorda che la roba utilizzata e sudata come magliette, canotte, calzini ecc., non va lasciata chiusa nella borsa a fermentare. Se proprio hai intenzione di riutilizzare gli stessi indumenti, abbi perlomeno l’accortezza di tirarli fuori dalla borsa appena sarai a casa e di appenderli a prendere aria. Altrimenti la prossima volta che aprirai quella borsa pestilenziale e li indosserai, avrai il sentore di una capra.

Nel corso degli anni, nelle varie palestre e centri fitness, ne ho viste di tutti i colori… veramente. Alcune volte da mettersi letteralmente le mani nei capelli. Quelle robe che ti ricordano che certa gente è senza ritegno.

Ho visto mutande con le “sgommate marroni”, appese in bella vista, dove gli altri teoricamente dovrebbero appendere giacche, cappotti ecc.

Ho visto gente farsi la barba in sauna… Ne ho visti altri fare piegamenti sulle braccia in sauna, a rischio collasso, per cercare di sudare ancora di più, sperando di dimagrire (disagio mentale di 2° livello).

Ho visto gente estrarre dalla borsa magliette, che vi giacevano chiuse forse da una settimana e trasformare all’istante lo spogliatoio in una stalla. Ricordo una volta un ragazzo che dopo averla indossata, venne ripreso dagli amici, che gli fecero notare il disgusto che stava provocando… giuro, una cosa indescrivibile. E il bello è che se la rideva pure… e sarebbe andato tranquillamente in sala pesi. Questi comportamenti incivili, francamente non li sopporto.

5. Falla finita con quel maledetto telefono

Se c’è una cosa che tollero poco, è vedere i ragazzi o le signorine (molto più frequente) occupare le macchine, le panche e i vari attrezzi in palestra, per farsi gli affari loro con gli smartphone su Facebook, su WhatsApp… e questo ovviamente infastidisce anche gli altri utenti non certo solo il sottoscritto! Non è affatto logico che uno debba ritardare i suoi set di allenamento, perché tu stai lì a smanettare col telefono tra una serie e l’altra, perdendo completamente il senso del tempo, dei recuperi e quant’altro.

Questo inoltre non sarà certo produttivo per il tuo allenamento stesso, perché questa mentalità “distaccata” non fa altro che portare il focus e la grinta lontani da ciò che stai facendo. Del resto come ho già detto più volte, intensità e attitudine, sono due concetti completamente sconosciuti all’80% dei frequentatori delle palestre.

cellulare-in-palestra

Se vuoi ottenere dei risultati, ci vogliono concentrazione e dedizione durante un allenamento! Ci vuole quella giusta dose di cattiveria… dovresti essere lì pronto a volerteli mangiare quei pesi! E per quanto mi riguarda la connessione web sugli smartphone è una distrazione, si perde il Focus.

Pertanto, a meno che tu non sia un medico, un’ostetrica o che tu abbia qualche situazione di emergenza, lascia quello smartphone nell’armadietto! O perlomeno togli la connessione se vuoi utilizzare il tuo dispositivo per la musica, come cronometro, per annotare i carichi ecc.

Dai… in fin dei conti stiamo parlando di un’ora! In molti casi non farebbe altro che bene scollegarsi un attimo dal mondo… Non ce la fai a stare senza connessione per un’ora? Beh allora la cosa è preoccupante.

6. Evita schiamazzi e rumori molesti

La gente in palestra ci va per allenarsi, chi molto seriamente, chi in maniera più spensierata, anche solo per distrarsi magari dallo stress quotidiano, dal traffico, dagli impegni, lavoro, figli, famiglia ecc. Di rumori là fuori ce ne sono già abbastanza, evita di andare in palestra a fare “bordello”, non sei in piazza con gli amici.

E soprattutto non rompere le scatole a quelli che indossano gli auricolari. Sono i primi a non voler essere disturbati!

Cosa dire poi degli urli di certi soggetti durante l’esecuzione degli esercizi? Mi può stare più che bene sotto il Power Rack, con oltre 100 kg di bilanciere sulla schiena, non mi sta bene quando viene esasperato solo per esibizionismo. E spesso è proprio il secondo caso quello più diffuso.

Ti ricordo che si tratta di un luogo pubblico, cerca di quindi di esaminare bene il tuo comportamento in palestra.

7. Niente bulli e marpioni

Evita di provarci con le ragazze come se fossi il peggiore degli affamati, non stai facendo altro che dare fastidio mentre si stanno allenando. Nella maggior parte dei casi non vogliono essere disturbate. Se proprio non puoi farne a meno, prendi tempo per fare conoscenza lentamente. Se mostri un po’ di rispetto e dai i giusti tempi agli eventi, qualcosa potrebbe magari evolvere positivamente.

Non fare il bullo. Ognuno è a un livello diverso in palestra, dai principianti fino agli esperti, ma tutti stanno cercando di fare la stessa cosa: MIGLIORARE. Evita di andare in giro con l’atteggiamento da duro, guardando gli altri come se fossero delle nullità, qualcuno potrebbe fregarsene, qualcun altro potrebbe soffrirne e sentirsi sminuito e demotivato. Tutti hanno il diritto di vivere sereni là dentro e di essere rispettati. Tutti sono partiti da zero, o col bilanciere vuoto… nessuno nasce “imparato”.

8. Tu NON sei l’istruttore

Ti alleni da qualche mese o qualche anno? Questo non fa di te un esperto o un istruttore! Quindi non fingere di esserlo. Non andare in giro a dire alla gente cosa fare o cosa stanno sbagliando, potresti creare seri problemi a qualcuno. Inoltre potresti creare dei problemi agli istruttori stessi, installando inutili dubbi nelle menti degli altri utenti.

Se vedi qualcuno che sta eseguendo un esercizio horror, nel perfetto stile di quei video “Gym Fail”, faglielo notare ovvio! Ma se presente, chiama l’istruttore di sala e fallo riprendere da lui. Questo in fin dei conti è il suo lavoro.

Se poi ti rendi conto che questa è una tua passione, ben venga! Studia e ottieni le dovute certificazioni, così potrai lavorare anche in questo splendido settore. L’importante è non sentirsi mai arrivati e mantenersi sempre in continuo aggiornamento.

La maggior parte di quelle che hai letto non sono solo regole di comportamento in palestra ma semplici espressioni di civiltà e rispetto per il prossimo. Qualcosa che oggi purtroppo si sta dimenticando…

Condividi l’articolo se ti è piaciuto!

Marco Ferrari - Author

Personal Trainer certificato ISSA, motivatore e grande appassionato di sport e cultura fisica. Specializzato in allenamento e corretta alimentazione sportiva. Muscoli e nutrimento impeccabile, sono il segreto per salute, prestanza e longevità. Ma ognuno necessita del suo programma...

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto !!
Send this to a friend